Viaggio autunnale intorno a Cap Corse

Due giorni in una natura selvaggia... un condensato di felicità

In autunno, Cap Corse offre da solo tutto ciò che si può sognare per una vacanza di successo. Una natura selvaggia e preservata, paesaggi mozzafiato, passeggiate o escursioni facili come il famoso "Sentiero dei Doganieri", camere e pensioni di alta qualità e un patrimonio edificato eccezionale, come le case « degli americani » o le torri genovesi. La regione offre anche a coloro che lasciano i sentieri battuti la possibilità di incontrare agricoltori, artigiani e produttori appassionati del proprio lavoro. Il Cap Corse può essere visitato in 2, 3, 4 o più giorni, ognuno al proprio ritmo, secondo i desideri e l’ umore! Seguitemi per alcune idee (molto buone) per il vostro soggiorno

TEMPI FORTI

GIORNO 1

1/ Lavasina alle porte del Cap Corse… Un Museo di Ex Voto unico nel suo genere

2/ Il villaggio di Pinu lato mare... La Marina di Scalu

 

GIORNO 2

3/ Un pernottamento in b&b: « coup de cœur » per la Maison Battisti

4/ Visita diun frutteto straordinario a Barrettali... Conoscete il cedro ?

 

A pochi chilometri da Bastia, Lavasina, porta del Cap Corse... Un museo di Ex Voto unico 

 

La galleria situata a Nostra Signora di Lavasina ospita un'impressionante collezione di ex voto offerti durante i secoli dai fedeli in segno di gratitudine a Nostra Signora delle Grazie. Quadri, ricami e dipinti sono stati collocati sulle pareti dell'ex convento francescano che ora ospita il museo. Accompagnata da Brigitte e Antoinette, custodi della collezione, e guide competenti, appassionate e appassionti lo visito.

 

Non appena entro, percepisco l'atmosfera speciale che regna in questo luogo ricco di storia... Un'ampia scala di pietra mi conduce alle sale d'esposizione. Le pareti bianche e il pavimento rosso formano un caldo contrasto. Antoinette e Brigitte mi guidano in una grande sala dove scopro quadri, ricami, oggetti di navigazione, tele o semplici disegni che rappresentano scene di tempesta, navi arenate, marinai in difficoltà... Infinite sfumature di blu raccontano dei naufragi di cui i marinai sono stati vittime durante memorabili tempeste.

 

Il lieto fine, per fortuna, ha dato vita a queste opere, alcune delle quali di valore inestimabile, che ringraziano la patrona del luogo. Ammirando queste opere struggenti, posso sentire la devozione che gli abitanti di Cap Corse hanno dimostrato e dimostrano tuttora alla Madonna delle Grazie, all’origine di molti miracoli.

 

Adiacente all'antico convento, eccomi nella chiesa del 1677, di fronte al mare, che sembra vegliare sui marinai e i viaggiatori di oggi... Ammiro le sue vetrate colorate, la statua di Sant'Anna, la s statua giacente o ancora il coro monumentale dove il quadro della Vergine è stato appena restaurato... Alla mia sinistra si trova la statua tanto venerata della Madonna di Lavasina... qui centinaia di candele ardono in suo onore, e un odore caratteristico si diffonde nell'aria! Un luogo da non perdere per i pellegrini di tutta la Corsica.

 

Che siate credenti o no, che siate giovani o più anziani, concedetevi un momento di pace e tranquillità durante una visita guidata...

 

©ATC ©ATC

 

©ATC ©ATC

 

©ATC ©ATC

 

©ATC ©ATC

 

©ATC ©ATC

 

©ATC ©ATC

 

Scoprite qui tutte le info utili per preparare la vostra visita al Museo  

 

Il villaggio di Lavasina si trova a 10 min da Bastia direzione Erbalonga

Un piccolo parking gratuito si trova vicino alla Chiesa di Notre Dame di Lavasina

 

 

Arrivata sul lato occidentale del Cap Corse, scopro il villaggio di Pinu sul suo sperone roccioso ... e sul lato mare la Marina di Scalu

 

Sul lato occidentale del Cap Corse, paesaggi sorprendenti tra mare e montagna, dal blu profondo al giallo arancione, ecco il villaggio di Pinu e la sua Marina di Scalu...

 

Dal villaggio di Pinu, che domina suo picco roccioso, cammino verso il mare e la Marina di Scalu. Durante la stagione estiva, le case sono aperte, le stradine sono animate e le barche da pesca aspettano sui ciottoli della spiaggia. Oggi il paesaggio è molto diverso ma altrettanto spettacolare... Il vento soffia come spesso accade nella regione di Cap Corse, le onde si infrangono contro le case di pietra centenarie costruite vicino alla costa, le barche colorate che contrastano con il cielo tempestoso di oggi sono state messe al riparo più all'interno. Gli alberi hanno perso le loro belle foglie dorate, gli odori del mare e gli spruzzi marini aggiungono un tocco misterioso e poetico alla mia passeggiata.

 

Il Convento di San Francesco del  XVII secolo, maestoso, veglia sulla Marina, la famosa Torre di Pinu si erge alle sue spalle. Mi fermo lì per qualche minuto e immagino le campane che suonavano in quel momento... L'autunno è ormai arrivato e gli alberi hanno perso le foglie. La Marina di Scalu è un luogo che apprezzo in questa stagione, tonificante, rinvigorente, pieno di profumi e ricco di emozioni... La Marina di Scalu è come un simbolo selvaggio di Cap Corse.

 

©ATC ©ATC

 

©ATC ©ATC

 

©ATC ©ATC

 

©ATC ©ATC
©ATC ©ATC

 

©ATC ©ATC

 

Tempo di visita della Marina di Scalu : 1 ora minimo secondo quel che amate scoprire!

Piccolo parking disponibile presso il Convento Saint François. Poi raggiungete la Marina seguendo un sentiero

In stagione un piccolo caffè è aperto alla Marina

 

Un meritato riposo: una notte magica a Conchigliu!

 

Dopo una bella giornata di scoperte, a circa 30 min da Pinu, vi invito a scoprire un B&b come nessun'altro... Un'atmosfera speciale, un edificio centenario, una buona cucina e una natura preservata, benvenuti a La Maison Battisti con Michel e Marie Pierre.

 

 

©ATC ©ATC

 

Scoprite la mia esperienza alla Maison Battisti 

Prenotate il vostro soggiorno 

2 camere b&b da 95 a132 € (2 e 4 persone)

1 gîte indipendente (fino a 4 persone)
 Su 2 piani, terrazza, wifi gratuito

Pranzo completo su prenotazione 25€

Negozio di alimentari aperto tutto l’anno

 

Maison Battisti
Conchigliu

20228 Barrettali
04 95 35 10 40

Latitudine :42°51’58.847
Longitudine : 9°21’22.03

 

Visita di uno straordinario frutteto a Barrettali... Conoscete il cedro?

 

Alberi da frutto, un eco-museo, una bottega e passione... tanta passione. Qui sono nell’azienda che produce i "Cedri di Cap Corse" a Barrettali :  "Les Cédrats du Cap Corse". Lo scenario è perfetto. Qui si coltiva il cedro, antenato del limone, è un frutto  poco conosciuto originario del sud dell'Himalaya. Questo agrume si è adattato molto bene alla Corsica, al punto da "mutare" nel suo nuovo ambiente. In effetti, il cedro di Cap Corse si distingue dai suoi cugini per lo più commestibili.

In azienda mi accoglie Benjamin, un giovane appassionato e capace di comunicare la sua passione, che non riesce a smettere di parlare della coltivazione, dell'origine o della trasformazione di questo strano e curioso frutto che è il cedro. Con la sua conoscenza, la sua capcità didattica e il suo buon umore riesce a trascinarmi nella storia del cedro! Le numerose spiegazioni che scandiscono la passeggiata attraverso il frutteto rendono il tutto più che piacevole.

 

Ho scoperto anche altre specie come il limone caviale, un agrume verde scuro dalla forma allungata i cui semi esplodono in bocca, rilasciando un sapore davvero unico, o il limone Yuzu, una specie di cedro in miniatura dall profumo incredibile e dal sapore altrettanto sorprendente... Entrambi sono molto apprezzati dai grandi chef. I colori della natura attorno sono « acidulati», proprio  come gli alberi e i frutti che mi circondano... sfumature di verde, giallo, arancione, senza dimenticare il blu contrastante del mare. Un'esplosione di colori prima dell'esplosione di sapori!

 

La visita continua nella bottega e nell'ecomuseo dedicato al cedro. Grandi pannelli esplicativi sono a disposizione del visitatore. La lettura è facile e divertente, arricchita da disegni, foto e vecchi manifesti che promuovono l'agrume-star. Le "5S" riassumono perfettamente lo "spirito del cedro": Salute, Sapore, Sentori, Splendore, Santità. Non vi svelerò tutto, scoprirete durante la vostra visita l'incredibile storia di questo enigmatico agrume.

 

Poi arriva il momento tanto atteso... Sébastien passa alle cose serie con la degustazione dei prodotti del fruttero: cedro candito, marmellata, birra e liquore. I prodotti sono ben disposti su scaffali di legno, il packaging è moderno e colorato, con forme arrotondate e da invitanti, tutto è originalità, eccellenza e delizia.

 

Quindi, se passate per Barrettali, non esitate e fermatevi al frutteto dei cedri. Come me, siate curiosi e scoprite il cedro in tutte le sue forme!

 

 

 

©ATC ©ATC

 

©ATC ©ATC

 

©ATC ©ATC

 

 

PER SAPERNE DI PIU’ : 

Trovate qui tutte le info pratiche per la visita    

Ordinate i prodotti on line    

 

Les Cédrats du Cap Corse

20228 BARRETTALI

 

QUALCHE INFO SUL PERCORSO

 

Ho lasciato Erbalonga per raggiungere il villaggio di Pinu attraversando il Cap Corse da est a ovest in direzione di Luri (circa 40min per raggiungere la Marina di Scalu). Conchigliu e la Maison Battisti sono a circa 30 minuti da Pinu. Potete anche visitare la regione di Cap Corse in modo "classico" e fare il giro di Macinaghju, Ersa, Centuri... Lungo tutta la strada, paesaggi grandiosi, torri genovesi e villaggi tipici. 

 

 

Per sapere tutto sul Cap Corse cliccate qui sul sito dell’Ufficio del Turismo   !

Ufficio del Turismo Intercomunale di Cap Corse - Capi Corsu

Port de Plaisance, 20248 Macinaggio

04 95 35 40 34

info@capcorse-tourisme.corsica

Ripercorrete una delle nostre micro-avventure nel Cap Corse

Passeggiata a  dorso d'asino  

Visitare la grotta di Brando  

Degustate i vini del Cap Corse    

 

I clienti hanno apprezzato

  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Average rating: 0/5 (0 somma dei voti)

come accedere ?

Per scoprire sullo stesso argomento

LA CORSE EN AUTOMNE

Leggere anche...