• slidebg1

    La natura in Corsica

    Un'isola selvaggia e conservata

Un'isola selvaggia e conservata

Partite alla scoperta del patrimonio naturale della Corsica e lasciatevi sorprendere !

La Corsica ha un ricco patrimonio naturale. Nell’antichità quest’isola era conosciuta con il nome di Kallisté – che in greco significa « la più bella » - ed era considerata una montagna nel mare… la Corsica vi sorprenderà con la varietà e la bellezza dei suoi paesaggi unici. Alla scoperta del suo parco naturale regionale, delle spiagge paradisiache, delle insenature, delle riserve naturali, dei laghi, dei suoi straordinari siti e delle sue foreste, rimarrete senza parole e vivrete intense emozioni mentre percorrerete quest’isola con la famiglia o gli amici.

E ovunque l'occhio si posa, la natura incontaminata dell’isola regala tranquillità e protezione a una fauna rara, e a vaste foreste dove prosperano più di 2.000 specie vegetali. Con un Parco Naturale Regionale che copre due terzi della sua superficie, la Corsica è un'isola in gran parte protetta dove le riserve naturali si alternano a siti tutelati. Il Parco Regionale si estende per oltre 3.500 km², in un ambiente terrestre e marino, ed è lo scenario permanente di azioni di conservazione portate avanti dai suoi funzionari.

 

LE RISERVE NATURALI

 

La Corsica conta attualmente 7 riserve naturali, collocate in diversi luoghi dell' isola.

  • La Riserva naturale di Scandola : si tratta di una riserva sia marina che terrestre. È il fiore all' occhiello del Parco Naturale Regionale ed è uno dei siti classificati e iscritti nel Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Si estende su 9 km2 sulla terraferma e su circa 10 km2 in mare.

 

  • Le Bocche di Bonifacio e la riserva naturale dell’Archipelago delle isole di Lavezzi.
  • La Riserva naturale delle isole Cerbicali, situata a nord-est di Porto-Vecchio si compone di cinque isole. Qui incontrerete sicuramente degli uccelli marini che nidificano qui come il marangone dal ciuffo (una specie di cormorano), il petrello, la berta maggiore, il gabbiano corso, e dei rettili come la lucertola tirrenica.
  • La Riserva naturale delle isole Finocchiarola, situata all’estremità orientale di Cap Corse nel comune di Rogliano. Il sito ospita una specie protetta : il gabbiano corso.
  • La Riserva naturale di Tre Padule di Suartone, situata a nord-est di Bonifacio, ospita un insieme di stagni stagionali che presentano specie vegatali particolarmente rare
  • Lo stagno di Urbinu è il secondo stagno più grande della Corsica ed è il paradiso degli uccelli : airone cinerino, martin pescatore, egretta…Inoltre, potrete degustare direttamente sul posto le ostriche e le cozze degli stagni della Costa Serena. Lo stagno d’Urbinu è costeggiato dalla foresta di Pinia, composta da pini marittimi che circondano la spiaggia.
  • Lo stagno di Biguglia, situato a sud di Bastiaè un bacino d’acqua che costituisce la più grande zona umida della Corsica. Con una superficie di 18km2, la riserva è separata dal mare solo da uno stretto lembo di spiaggia. 127 specie di uccelli acquatici  sono presenti in questo territorio.

 

 

 

i laghi

Situati nel cuore dei grandi massicci dell'isola, i laghi di alta quota hanno un’ origine glaciale e presentano una grande varietà di dimensioni e profondità. Questi sono quasi quasi tutti situati tra i monti Renoso, Rotondo, Cinto, il Monte d'Oro, tanto che la regione è soprannominata la Scozia della Corsica. Si possono contare 40 laghi sparsi in tutta l'isola che offrono, a seconda della stagione, una meravigliosa cornice di vegetazione verde e dei magnifici paesaggi ghiacciati in inverno. Lo splendore di questi laghi, ognuno dei quali ha una propria specificità, soddisferà gli amanti della natura e della purezza : un’ottima ragione per fare bellissime escursioni.

La nostra top-five dei laghi da scoprire

  • Il lago di Creno
  • Il lago di Nino
  • Il lago di Melo
  • Il lago di Capitello
  • Il lago di Bastani

 

 

le foreste

Qui in Corsica si può iniziare tranquillamente la giornata in riva al mare e poi imboccare dei piccoli sentieri per entrare nel cuore di foreste millenarie. Luoghi eccezionali in estate per camminare all'ombra con la vostra famiglia e nuotare in uno dei fiumi vicini, e molto frequentati anche in autunno per raccogliere le castagne.

 

La nostra top-five delle foreste da scoprire 

 

  • La foresta di Aitone, nelle vicinanze del villaggio di Evisa, la foresta di Aitone domina il golfo di Porto e racchiude i più bei pini larici della Corsica, insieme a quelli della foresta di Valdu Niellu.
  • La foresta di Bavella, diventata riserva nazionale, è composta essenzialmente da pini marittimi e pini larici, di cedri e di abeti.
  • La foresta del Fangu, situata proprio nel cuore del Parco Naturale Regionale della Corsica e caratterizzata dalla presenza di quercie sempreverdi. Il fiume e l’omonima valle del Fango sono inserite nel programma di protezione della natura della rete ecologica Natura 2000.
  • La foresta di Bonifacio è una foresta territoriale di più di 750 ettari, costellata da pini marittimi, pini larici e querce sempre verdi. Questa magnifica foresta è situata nel territorio del comune di Calenzana, alle spalle di Calvi
  • La foresta di Vizzavona, una foresta territoriale situata nel cuore della Corsica e attraversata dalla strada che collega Bastia ad Ajaccio.

 

Ritrovate tutte le altre foreste qui 

 

i piÙ straordinari siti naturali

La Corsica è l'isola dei superlativi: piccole calette deserte o vasti golfi, su oltre 1.000 km di costa. Inoltre, la Corsica vi offre il lusso di un litorale ricco e vario.

 

Posti imperdibili:

 

  • Il deserto degli Agriates: deserto perché disabitato, si trova tra la Balagne e Saint Florent. Si può scoprirlo a piedi via terra o in barca e kayak via mare. Questo sito unico e protetto è caratterizzato da calette deserte e spiagge di sabbia bianca: Lotu, Saleccia o Malfalcu vi incanteranno lasciandovi magici ricordi delle vacanze.
  • Le cime di Bavella, situate nel Parco Naturale Regionale a 50 km da Porto Vecchio, sono un luogo unico perché è al tempo stesso massiccio, valico e foresta, e perchè racchiude tutte le peculiarità dei rilievi della Corsica, ovvero forme atipiche e colori che vanno dal rosso più chiaro al grigio più scuro, il tutto immerso in immense foreste di pino laricio.
  • Le Calanche di Piana, situate tra Porto e Piana, per raggiungerle dovrete camminare lungo la stretta e tortuosa strada della « corniche », con le sue bellissime pareti di granito rosso a strapiombo sul mare...
  • Le scogliere di Bonifacio tra calcare e granito, le scogliere formano una immensa facciata naturale rivolta verso gli arcipelaghi delle isole di Lavezzi.
  • Il golfo di Girolata : dominato da un forte genovese, il piccolo villaggio di Girolata è raggiungibile solo via mare, oppure a piedi da una mulattiera che parte dal Col de la Croix.
  • Le Isole Sanguinarie, nella zona di Ajaccio, sono il paradiso degli uccelli marini e dei delfini. Un luogo ideale per belle camminate in famiglia
  • Le gole della Restonica : situate a Corte nel cuore del Parco naturale regionale della Corsica, le gole della Restonica racchiudono splendide piscine naturali in cui è possibile fare il bagno.

 

Perché la Corsica è una terra di contrasti, allo stesso tempo selvaggia e accogliente, aperta e preservata, dolce e scoscesa, voluttuosa e severa… la Corsica è un luogo unico che genera emozioni forti, vere sorprese, e autentiche magie. Da una vacanza in Corsica tornerete trasformati per sempre....

 

 

E per altre scoperte lasciatevi ispirare dalle nostre  esperienze