×
attività e sport della natura- aereo- agrumi- Alta Rocca- archeologia- stile di vita- artigiani- workshops e formazioni- locande- Autunno- Bagnarsi in acque vive- passeggiate- benessere- gioielli- Buon piani e idee di soggiorno- boziu- bar- campeggio in fattoria- canyoning- cap corse- bed and breakfast- canto- salumeria- castagna- cavallo- cinema- cittadella- concerto- congresso- cosmetici corsi- usi- creatori- cultura e patrimonio- chiesa- scalata- Estate- Eventi- mostre e conferenze- mostra- famiglia- fauna e flora- herberge- festival- Fium'Orbu castellu- fiume- fiere- Formaggio corso- gastronomia corsca- allogio- golf- Grand site- sistemazione- allogio di lusso- storia- Inverno- albergo- hotel di fascino- olio d'oliva- oli essenziali- incentive- innovazione- insolito- kayak- leggende- Lifestyle e benessere- mercato- maritimo- mare- mice- miele- muntagna- monumenti- museo- musique- natura- natura e scoperta- Noël- pagaia- patrimonio- pesca- piaggia- immersione- centro turismo d'affari- polyphonie- Primavera- produttori- rally- escursione- snorkelling- ricette tradizionali- regata- Région de corse- religione- riserva naturale- ristoranti- stagioni- sartenais valinco- seminario- sito naturale- sci- uscite notturne- sport nautici- tabella degli ospetti- team building- terroir- terme- termalismo- turismo d'affari- Turismo responsabile- tradizione- trail- Treno- trasporto- Bici e mountain bike- via ferrata- paese corso- vini corsi- visita- visite guidate- yoga

La primavera nella regione di Bastia

La regione di Bastia, fascino mediterraneo

Bastia che guarda verso l'Italia emana il fascino delle antiche città mediterranee mentre Cap Corse, con i suoi borghi pittoreschi arroccati sulle montagne, sembra scolpita nel tempo.

Sbarcando dal traghetto a Bastia dirigetevi verso il cuore della città fino ai piedi  della Cittadella dove sorge il  quartiere del porto di pesca e da diporto. Per avere un ampio scorcio panoramico bisogna arrivare fino al molo del Drago costruito nel  XIX° secolo perché quando il tempo lo permette  ( di solito quando soffia  il  libeccio) si può scorgere in lontananza l'arcipelago toscano:l'isola d’Elba, Capraia e Monte Cristo.

Dopo aver sorseggiato una  Pietra, birra corsa prodotta con malto e  farina di castagna corsa, fate un giro nel dedalo di viuzze che partono da Piazza St Nicolas verso i quartieri di Terra Vecchia e di Terra Novae salite i gradini del lungofiume sud fino ad arrivare al Giardino  Romieu .

Le chiese barocche, gli oratori in stile rococò,  i conventi rappresentano il ricco patrimonio religioso di  Bastia che si anima per le festività religiose al via il 19 marzo con la festa di San Giuseppe, che proseguono in aprile conla Settimana Santae con la processione del Cristo Nero dei Miracoli il 3 maggio per poi concludersi il 13 giugno con la festa di Sant’Antonio.

Bastia è una città molto dinamica e fin dalla primavera si può assistere a numerosi concerti di canti polifonici o di cantanti corsi che vi affascineranno.

Prendete  la strada della Marana versola Riserva dello Stagno di Biguglia, un vasto specchio  d’acqua che oltre a essere  uno degli ultimi rifugi degli uccelli stanziali e degli uccelli migratori, rappresenta il più grande bacino d’acqua dell'isola. Questo sito di interesse ecologico eccezionale è il rifugio di più di 200 specie di uccelli acquatici. Osservate con il binocolo il martin pescatore, il volo dell'albanella dai giunchi e i differenti uccelli migratori che passano da questo  stagno come il meraviglioso fenicottero rosa. La riserva è facilmente raggiungibile  dal parcheggio che si trova  di frontealla spiaggia della Marana.  

Per saperne di più +

Cap Corse a piedi, in bici o in macchina

 Cap Corse può essere visitata in una giornata ma se avete un po’ più di  tempo lasciatevi affascinare da  questa terra di marinai e di pescatori.

Prendete la  strada panoramica scoprite Erbalunga, villaggio pittoresco che  con la sua torre genovese in rovina  ha sedotto  numerosi pittori, un borgo che non vi lascerà indifferenti.  Proseguendo verso nord arriverete ai  giardini tradizionali di  Cap Corse,  in  primavera potrete ripartire con la loro frutta  e verdura  bio di stagione.

Luri, al colle di Santa Lucia, prendete la strada che conduce alla Torre di Seneca, la vista panoramica  che si gode da qui è veramente  splendida. La leggenda racconta che Seneca, il filosofo romano, avrebbe trascorso qui  la maggior parte del suo esilio. In realtà questa torre medievale  aveva compiti difensivi e protettivi e la confusione sul nome nasce proprio dal fatto che la torre sorge in  una località chiamata  Seneca.

Ritornate sul litorale a Santa Severa, prendete la strada verso il porto da diporto di Macinaggio dove approfitterete delle barche da pesca  per fare una passeggiate alla scoperta del litorale di  Cap Corse, della riserva naturale, o ancora dei siti naturali protetti raggiungibili solo a piedi o in  barca... oppure fate un'immersione nelle acque turchesi del mare Tirreno. 

Da Macinaggio, parte il sentiero dei doganieri fino alla spiaggiadi Barcaggio, piccolo porto all'estremità del Cap, una straordinaria passeggiata da fare in primavera costeggiando  la riserva  di Finocchiarola.

Se siete in bici, approfittate della discesa del Mulino Mattei al porto di  Centuri perché passando dal borgo di Cannella rimarrete inebriati dai profumi della macchia ed estasiati  dagli splendidi scenari e dagli imponenti edifici  di ispirazione toscana chiamati " case degli americani ", appartenenti ad alcuni abitanti di Cap Corse che fecero fortuna in America. Se non ne avete ancora  abbastanza , pranzate al  porto di Centuri  con una grigliata di aragoste e un bicchiere di vino bianco DOC di Cap Corse.

La strada panoramica e ricca di tornanti permette di godere di una vista aerea del Cap e sbuca  in uno di villaggi più belli della Corsica, Nonza, villaggio fortificato che si erge maestosamente a167 metrisopra il livello del mare. Non esitate a salire fino alla Torre quadrata Paolina che, costruita su ordine di Pascal Paoli, regala una vista panoramica  magnifica con la spiaggia grigia in basso raggiungibile attraverso  un'interminabile scala che conduce anche alla fontana miracolosa di Santa Giulia.

Per saperne di più +

Il Nebbio

Fate un giro sui lungofiumi del porto di Saint-Florent che attraversano le viuzze del vecchio quartiere fino alla chiesa parrocchiale di Sant’Anna del XVII° secolo, aperta al pubblico. Vi consigliamo di arrivare fino a " Piazza Posta ", la piazza dove sorgeva l’antica posta e dove potrete degustare il pesce locale : san pietro, dentici, triglie e altre prelibatezze vi verranno serviti in base al pescato del giorno.

Approfittate del clima primaverile per attraversare il deserto degli Agriates, un sito protetto dal  Conservatorio del Litorale dove si possono fare delle belle escursioni a piedi o a cavallo.

La strada dei vini del Patrimonio permette di scoprire aziende e cantine del vigneto regionale. Un modo di presentare ai visitatori la ricchezza del terroir, la specificità dei vitigni corsi e la loro diversità.

Sulle alture del Nebbio, Murato vanta una storia e un patrimonio particolarmente ricco. Prendetevi il tempo necessario per  visitare la chiesa di San Michele che Mérimée considerava " la chiesa più bella mai vista in Corsica ." 

Per saperne di più +

I clienti ano apprezzati

  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Average rating: 0/5 (0 somma dei voti)

Laissez votre commentaire

(écrivez votre commentaire, puis identifiez-vous)

Leggere anche...