Le testimonianze

Intervista allo chef Corso Romuald Royer

Le Lido, una storia di famiglia

Nella Corsica del Sud, il piacevole villaggio di Propriano può ora vantarsi di avere un ristorante stellato Michelin : Le Lido.

Istituzione familiare creata nel 1932 da Noël Pittilloni, l'hôtel-ristorante Le Lido è stato costruito sul mare, tra le rocce, e offre una vista splendida sul golfo del Valinco. Nel 1963, il figlio  Antoine prende le redini della struttura, e a lui si aggiunge dopo pochi anni la nipote Marie-Paule. Oggi proprietaria di questo ristorante  che conta già più di ottant’anni di attività, Marie-Paule è cresciuta con la passione di famiglia per il mestiere.

Nel 2000, un incontro che si rivelerà decisivo :  quello con il suo futuro compagno Romuald Royer, che entrerà a far parte dell’equipe del Lido nel 2002 come barmaid. Anche se niente poteva far pensare che quel giovane in quale, dopo la maturità scientifica,  studiava  farmacia a Montpellier  potesse occuparsi di ristorazione « I miei genitori sono farmacisti e io ero destinato a fare lo stesso mestiere. Nel 2005 ho cominciato a lavorare in cucina a fianco di mio suocero Antoine. E così, guardandolo lavorare, è scattato qualcosa. Ho seguito un corso di formazione accelerato di 6 mesi all'Afpa. Ho imparato tutte le basi e le tecniche. Non c’è bisogno di rispiegarmi tante volte, imparo in fretta… » si entusiasma questo farmacista mancato di origine corsa. Vero autodidatta, Romuald torna ai fornelli dove si specializza nella « specialità della casa », l’aragosta al forno (tagliata in due e gratinata). Dal 2009, è ufficialmente chef ; e la coppia si impegna in prima persona « sempre rispettando la tradizione familiare e l’anima del Lido ». 

Nel 2011, la speranza della Michelin« Non ce l’aspettavamo affatto. Quando mi dicono ' lei è un vero cuoco’, è il più bel riconoscimento che possano fare a uno che non ha fatto studi nel settore ».  Poi, nel 2012 , la consacrazione: arriva la stella!

Che cosa l’ha motivata? Al 100 % rispettosi del territorio, i piatti di Romuald sono pensati al mattino stesso, in funzione dell’arrivo dei fornitori. Un cucina semplice, autentica, che utilizza prodotti corsi : il brocciu, le erbe del Maquis, l’olio d’oliva, la lavanda selvatica, ecc. Per far venire l’acquolina in bocca,  ecco l’uovo in coque di ricci di mare , il vitello di razza corsa con olive verdi, le fragole di Bastellicaccia. La stella Michelin dona le ali alla creatività della coppia, e fa nascere nuovi progetti:«portare anche l'hôtel di 11 camere - la maggior parte affacciate direttamente sulla spiaggia – allo stesso livello del ristorante ». E, naturalmente, una stella che Romuald condivide ben volentieri  con il suocero Antoine.

 

I clienti ano apprezzati

  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Average rating: 0/5 (0 somma dei voti)

All testimonials