Visita al sito preistorico di Alò Bisujè situato nel Sartenese Valinco Taravo

Situato nel comune di Bilia, a circa dieci minuti da Sartene nel territorio del Sartenese Valinco Taravo sartenese, il sito millenario di Alò Bisujè è ora aperto al pubblico. Da circa dieci anni, sui terreni di famiglia, François Sampieri e Saveria sua moglie, lavorano alla valorizzazione del sito: vestigia del patrimonio dell'isola e villaggi fortificati dell'età del bronzo sono stati scoperti per la prima volta dal famoso archeologo Roger Grosjean negli anni '60! L'edificio principale del sito è un'imponente torre di otto metri di circonferenza, costruita a forma di tronco di cono. che probabilmente raggiungeva un'altezza di quattro metri. Anche mura, ceramiche e utensili sono stati scoperti, e ci danno un’immagine di come poteva essere la vita nell'età del bronzo... Con il duro lavoro e la perseveranza, il sogno fin da bambini di François e Saveria Sampieri diventa realtà.

Un salto nel tempo di diverse migliaia di anni nella storia della Corsica 

Dopo aver lasciato la strada principale che porta all'estremo sud della Corsica e il suo traffico intenso, si snoda davanti a me. una piccola strada in mezzo alla macchia mediterranea. Il blu del mare contrasta con il verde e l'arancione della vegetazione in questo periodo autunnale. Il sito si trova sulla destra. 

 

Mentre scendo dall'auto, tutti i profumi della macchia mediterranea mi avvolgono: lentischi, ulivi, corbezzoli, querce... François, il custode del sito mi accoglie e mi dà qualche consiglio per la visita: ciascuno al proprio ritmo, lasciando che l’ immaginazione faccia il resto... Oggi ho un appuntamento con la storia! La salita verso il cuore del sito si fa a piedi attraverso una piccola strada sterrata.

 

Arrivata su un promontorio, di fronte al faro di Senetosa e all'isola dell'Asinara, ecco i resti di un'imponente "turra" (torre) con una circonferenza di circa 8 metri. La vista spazia a 360 gradi. Forse una postazione strategica per vedere il nemico arrivare? O forse era una specie di granaio per le provviste?

 

Intorno a questo edificio sono stati ritrovati strumenti, uno stampo di un'ascia, ma anche e soprattutto muri di pietra che formano una base per abitazioni o luoghi di lavoro. I resti del "Casteddu d'Alò" sembrano essere i testimoni silenziosi di come era la vita dei nostri antenati in Corsica, migliaia e migliaia di anni fa...

 

Una vita che qui doveva essere organizzata intorno alla caccia, all'artigianato e alla cultura. Scopro anche i resti di una "proto turra" risalente al 2200 a.C., il prototipo di quella che sarà la "turra" di migliaia di anni dopo. Più avanti, ecco gli ulivi, importati in Corsica dai Greci. Carichi di frutti in questa stagione sembrano sorvegliare il sito. 

 

Più avanti, man mano che procedo nel percorso, scopro delle pietre posate a terra: si tratta di una statua di menhir! La "testa" è staccata dal "corpo". Cosa gli è accaduto?è stato il tempo a danneggiarlo? è stato distrutto da un popolo con credenze diverse? La mia immaginazione è infinita! Mi ritrovo a immaginare la vita qui: serena al ritmo delle stagioni, in armonia con la natura e gli animali, e gli uomini che inventano e cercano di rendersi la vita più facile con l'aiuto di strumenti sempre più compiuti e perfezionati.  

 

Una visita ricca di emozioni, per imparare lasciando spazio alla propria immaginazione. Per grandi e bambini. 

 

 

Restes d'habitation ©ATC Restes d'habitation ©ATC

 

Vue église San Ghjuvanni ©ATC Vue église San Ghjuvanni ©ATC

 

Menhirs ©ATC Menhirs ©ATC

 

Murs en pierres ©ATC Murs en pierres ©ATC

 

©ATC ©ATC

 

Turra ©ATC Turra ©ATC

 

Interieur Turra ©ATC Interieur Turra ©ATC

 

Vivi l'esperienza con Sylvain e guarda il suo video!

 

 

Più informazioni su :

Apertura da aprile a ottobre 

Contatto : 06 82 66 32 26

 

FB : sito preistorico d’Alò Bisujè 

I clienti hanno apprezzato

  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Average rating: 0/5 (0 somma dei voti)

Leggere anche...