Festi Lumi Bonifacio : una magia di luci nella capitale pittoresca della Corsica

© ATC © ATC
Proiezioni grandiose, scenografie intimiste, interazioni in movimento, interventi poetici: un viaggio sensitivo e onirico.

Dal 4 al 6 luglio, la Città Millenaria si è illuminata proponendo uno degli eventi più straordinari della stagione turistica della Corsica: la sesta edizione di Festi Lumi, un festival che lascia spazio alla creatività degli artisti per  rivelare in modo diverso il patrimonio di Bonifacio attraverso una ventina di installazioni luminose.

youtube

© ATC © ATC

Questo evento riguarda solo la Cittadella, ma è già visibile dal porto poiché l'imponente Bastione dello Stendardo è il supporto di una monumentale proiezione dai colori cangianti che fa apparire la scritta FESTI LUMI, una tavolozza di colori di pittori isolani proiettata sulle pareti del Bastione. Dal monumento storico, accessibile gratuitamente per tutta la durata del festival, i visitatori hanno potuto ammirare uno straordinario spettacolo di suoni e luci "la realizzazione principale e certamente una delle più grandi d'Europa", secondo Régis Clouzet, fondatore dell'Agence Lumière, incaricato di tutta la progettazione, programmazione e direzione artistica del festival, che ha realizzato alcune delle opere e delle proiezioni luminose.

 

© ATC © ATC

In quanto direttore di questo evento artistico, è riuscito nella pericolosa missione di dare alla Città Alta un'identità notturna con la sua visione di architetto della luce. Lui e il suo team, che hanno già supervisionato le tre precedenti edizioni del festival, hanno vinto nel 2015 il concorso per la valorizzazione della Cittadella di Bonifacio.

 

© ATC © ATC

L'evento è gratuito e accessibile a tutti, grandi e piccini. Una trentina di artisti si esprimono attraverso creazioni luminose che combinano nuove tecnologie e immaginario in un percorso libero e alcuni offrono interattività con il pubblico. Come il "Live Drawing Project" sulla facciata del ristorante "Le Time" di fronte al gioco da bocce con vista panoramica, su cui sono proiettati migliaia di piccoli disegni anonimi di persone presenti che disegnano in diretta sul proprio cellulare attraverso una pagina internet : lo spettatore diventa così attore. Un'altra installazione interattiva con le statue luminose "Les hommes debout" /Uomini in piedi proprio dietro il Municipio : parlano e si illuminano quando ci si avvicina, offrendo testimonianze di storie intime e locali.

 

© ATC © ATC

L'obiettivo 2020: integrare le creazioni degli artisti isolani.

Claire Welscher, responsabile della valorizzazione del patrimonio all'Ufficio del Turismo di Bonifacio, spiega la volontà dell'Ufficio del Turismo di creare una sinergia con gli artisti corsi (fotografi, scultori, attori di spettacoli dal vivo, artisti visivi, audioartisti, etc.) per integrarli nell'evento creando sempre un rapporto con la luce.

Alcuni artisti dell'isola sono stati invitati in questo contesto durante l'ultima serata del festival a venire a visitare le installazioni per proiettarsi e immaginare un progetto da proporre per il prossimo anno.

 

Appuntamento il 2, 3 e 4 luglio 2020 al calar della notte

© ATC © ATC
© ATC © ATC
© ATC © ATC
© ATC © ATC

Gli artisti dell’edizione 2019 :

© ATC © ATC

 

Rafaela Ferreira – iMateria

Per le proiezioni  monumentali e mapping : « Aquarelle numérique », « Abstr’act » e « Num-art-ique ».

-          Robin Perrey / Antoine Fevre-Burdy / Paul Drezet / Jérémy Vigouroux – Collettivo Ex Lumina

Per la opere: « Volumétrie » e « When the Sky Has Opened ».

-          Aurélien Lafargue (Artista visivo) / Mourad Bennacer (Progettista sonoro) – Collettivo Nature Graphique

Per l’opera « Réfraction ».

-          Pierre Amoudruz / Victor Roux / Valentin Durif / David Guerra / Nicolas Douchet / Cyrielle Tissandier – Collettivo AADN

Per l’opera: « Les Hommes Debout ».

-          Marie-Jeanne Gauthé – Artista insegnanante alla Scuola dei  Gobelins a Parigi

Per l’installazione: « Seuils », « Brumes rayonnantes » e « Prisme ».

-          Marie Gelix / Agathe Rapilly / Claire Seris / Alice Tran – Studenti alla  Scuola dei Gobelins a Parigi.

Per il mapping « Prisme ».

-          Maxime Hurdequint / Louis Clément / Maxime Touroute –Artisti digitali

Per l’opera collettiva : « The Live Drawing Project ».

-          Mako Deuza – Artista graffitista

Per la performance « Graffiti évolutif ».

-          Olivia Remiti / Harold Castelliti / Loïc Soleilhavoup – Artisti circensi  dell’Associazione Creacirque

Per « Les parapluies », « Buugeng & bolas », « Lumières de mon cœur », « Bambou » e « Roue libre ».

-          Zail & co – Ballerini e ballerine/ giocolieri/ acrobati/contorsionisti

Per « Océanides ».

 

© ATC © ATC
© ATC © ATC

Further information

UFFICIO TURISTICO COMUNE DI BONIFACIO

2 rue Fred Scamaroni

tel: +33 (0)4.95.73.11.88

https://www.bonifacio.fr/

Localizzare

Per scoprire sullo stesso argomento

CULTURE ET DÉCOUVERTES